Un tempo il cuore pulsante del transito tra la Svizzera e l‘ Italia

Il punto di partenza ideale per gli amanti della natura

Splügen – dove le vie s‘incontrano.

Nessun’ altro luogo dei Grigioni reca un’impronta altrettanto profonda della sua vocazione di centro nevralgico del transito quanto Splügen. Grazie alla posizione ai piedi dell’omonimo passo e del San Bernardino il paese è divenuto un passaggio d’obbligo per gli scambi commerciali e un’invitante area di sosta sulla strada da e per l'Italia. Circondato da un’imponente catena di monti, Splügen è uno dei paesi di valico più antichi dei Grigioni che ha saputo conservare la sua autenticità attraverso gli anni. Vi si respira un’aria quasi mediterranea. Le abitazioni di legno, annerite dal tempo, si mescolano alle grandi case di pietra tipicamente italiane, testimonianza della ricchezza dei tempi passati.

L‘albergo Bodenhaus – una casa con una storia da raccontare.

Costruito nel 1722, l'imponente edificio del Bodenhaus fu adibito inizialmente soprattutto a deposito delle merci in transito, ma è probabile che desse ricovero e ristoro anche ai viandanti. Al suo interno c’era un’ufficio postale.

Quando all'inizio del XIX secolo le mulattiere che consentivano di attraversare i valichi furono trasformate in vere e proprie strade il numero di viaggiatori che giungevano a Splügen in carrozza si moltiplicò. Per accogliere gli ospiti e offrire loro un pernottamento più comodo erano necessarie nuove infrastrutture, per cui si procedette all'ampliamento e al riattamento dell'edificio. Da deposito merci il Bodenhaus si trasformò così, attorno al 1820, in albergo.


Nel 1828, pochi anni dopo la sua trasformazione, si cominciò a tenere dei registri. Numerosi viaggiatori vi scrissero il proprio nome specificando anche professione, provenienza e destinazione. Le pagine di quei registri sono diventate così un prezioso cimelio storico-culturale. Ancora oggi è possibile ritrovare firme prestigiose come quella di Albert Einstein, Friedrich Nietzsche, William Turner, del principe Luigi Napoleone Bonaparte e di Conrad Röntgen.

Grazie alle curate ristrutturazioni degli ultimi anni il Bodenhaus ha ricuperato l’atmosfera nostalgica di un tempo, offrendo ai nostri ospiti alla ricerca del ristoro o dell‘ avventura un’esperienza nel bel mezzo della natura e della storia.


Literatur:
„Splügen – Wo sich Wege treffen. Das Bodenhaus erzählt seine Geschichte“ von Eberhard Zangger/Regula Sigg
„Wanderland Schweiz. Highlights Kulturwege Schweiz“ von Ruth Michael Richter /Konrad Richter
Graubünden. Auf den Spuren bekannter Gemälde. Rotpunktverlag, Zürich 2014.
NZZ
Wikipedia


Anmelden
Close